Imperdibile “Tovaglia a Quadri” ad Anghiari

 

Come ormai da diciassette edizioni , anche quest’anno gli abitanti dell’affascinante borgo di Anghiari in provincia di Arezzo vestiranno
il duplice ruolo di attori ed intrattenitori dell’arte e della cucina.

Dal 10 al 19 agosto torna infatti la ormai famosa “Tovaglia a Quadri” manifestazione vera e propria che
coinvolge un numero sempre maggiore di persone per l’originalità dell’idea e per l’ottimo cibo proposto!
La suggestiva cornice di Anghiari raccoglie il plauso di numerosissimi spettatori grazie proprio agli abitanti stessi
che dilettano i presenti con una storia narrata e recitata che fa da sfondo e da intervallo tra le portate toscane
apprezzate da tutti; i racconti della memoria si mescolano alle ricette più antiche creando un momento
imperdibile non solo per i turisti di passaggio.

 

Andrea Merendelli e Paolo Pennacchini gli autori dello spettacolo, mescolano con sapiente alchimia le storie del
passato,le passioni di noti e non noti, la musica di stormelli toscani, tanto da creare un vero e proprio teatro
che proprio per la sua memoria storica trasmette genuinità di sentimenti e la semplicità tipica delle storie
passate. 

Sarà stufa” ecco il simpatico titolo della performance che narra la vicenda di colui che nel tentativo di riparare
una vecchia stufa nascosta ormai da cinquanta anni riflette sull’oggetto abbandonato e sulla sua sorte di
elemento indispensabile in mpmenti di miseria che poi viene accantonato con l’arricchimento e con il passare
del tempo.

Il fabbro intento al lavoro non può fare a meno di pensare che potrebbe di nuovo diventare necessaria ed
attraverso i suoi pensieri si arriva ad oltrepassare i confini delle epoche per tirare le fila degli elementi comuni
ad ognuna di esse, per riflettere sulle crisi economiche di piccolo borghi o di grandi nazioni, sui consumi
eccessivi, sui mestieri dismessi, sul futuro di speranze e di illusioni.

Perprenotare rivolgersi all’Ufficio turistico di Anghiari (0575.749279)

Casa Museo di Ivan Bruschi

Posta nel cuore di Arezzo, di fronte alla Pieve di S.Maria, nel trecentesco Palazzo del Capitano del Popolo, la Casa Museo Ivan Bruschi ospita l’eclettica collezione dell’antiquario aretino, scomparso nel 1996.

Formatasi a partire dai primi anni ’60 per progressivi acquisti di precedenti nuclei collezionistici e di oggetti disponibili sul mercato antiquario, la raccolta oggi conta circa diecimila pezzi tra mobili, dipinti, sculture, libri, vetri, ceramiche, argenterie, gioielli, arnesi e attrezzi da lavoro e monete. Gli oggetti provengono da luoghi vicini e lontani e spaziano dalla preistoria ai giorni nostri.

All’interno del palazzo, uno degli edifici pubblici più importanti e rappresentativi della città durante il Basso Medioevo, come testimoniano i molti stemmi affissi alla facciata, si snoda un percorso espositivo che, pur evidenziando le predilezioni del collezionista, permette comunque di ricostruire i nuclei principali della raccolta.

Il visitatore che percorre le sale, restaurate di recente grazie all’intervento di BancaEtruria, ha modo di osservare una selezione di oggetti, scelti secondo criteri funzionali alla necessità di informare sulla natura complessiva della collezione e sui principi che ne hanno definito la forma attuale.

E’ stato dato infatti un particolare risalto sia ai pezzi di maggior pregio artistico che alle serie di manufatti artigianali, capaci di evocare i multiformi aspetti dell’operare e dell’agire umano.

Scarica il Depliant!

Info:

Casa Museo Ivan Bruschi

Corso Italia 14, 52100 Arezzo

Telefono +39 0575 354126

Fax +39 0575 26801

E-mail [email protected]

Orario di apertura:

ORARIO ESTIVO ore 10.00-18.00

ORARIO INVERNALE ore 10.00 – 13.00 e 14.00-18.00 Giorno di chiusura: Lunedì.

Biglietti: Intero 5,00 €

Ridotto 3,00 € Minori di 18 anni, oltre i 65 anni, Militari, Soci FAI, Gruppi (15 persone o più)

Ridotto 1,00 € Per i possessori del biglietto di visita alla Cappella Bacci affrescata da Piero della Francesca

Gratuito Bambini fino a 6 anni, Insegnanti accompagnatori, Portatori di handicap e accompagnatore, Soci Touring

Prenotazione della visita

telefono: +39 0575 354126