Bed and Breakfast Antichemura, nel centro storico di Arezzo, vicino al Duomo.

>Bed and Breakfast Antichemura, nel centro storico di Arezzo, vicino al Duomo.
Bed and Breakfast Antichemura, nel centro storico di Arezzo, vicino al Duomo.2019-02-19T11:57:37+01:00
holly-2 Bed and Breakfast Antichemura, nel centro storico di Arezzo, vicino al Duomo.

Benvenuti al Bed And Breakfast Antichemura

Il Vostro Bed and Breakfast nel Centro Storico di Arezzo.

Dormire in centro storico ha innumerevoli vantaggi per i visitatori, dalla possibilità di non dipendere dall’uso della macchina, al godere a pieno delle numerose attrazioni che un centro storico come quello di Arezzo offre: movida notturna, locali tipici, bellezze artistiche e percorsi enogastronomici tipici, oltre al vantaggio di riappropriarsi dei tempi lenti di una passeggiata tra i vicoli storici e perdersi nel tempo.

le-camere Bed and Breakfast Antichemura, nel centro storico di Arezzo, vicino al Duomo.

Le Nostre Camere

la-struttura Bed and Breakfast Antichemura, nel centro storico di Arezzo, vicino al Duomo.

Il Nostro B&B

contattaci-prenota Bed and Breakfast Antichemura, nel centro storico di Arezzo, vicino al Duomo.

Prenotazioni & Contatti

PERCHÉ ANTICHEMURA
Perché, unico nel suo genere, permette ai nostri ospiti di soggiornare in un bed and breakfast ad Arezzo a due passi da luoghi magici, di importanza storica ed artistica incalcolabile quali: la Cattedrale, la Basilica di S.Francesco, la Pieve, e tanti altri.

Vuoi visitare Arezzo, per un singolo week end o per una vacanza più lunga, e cerchi un comodo Bed and Breakfast nel centro storico della città? Il Bed and Breakfast Antichemura è quello che fa per te.

mappa-arezzo Bed and Breakfast Antichemura, nel centro storico di Arezzo, vicino al Duomo.

Le Nostre Guide

Scopri tutte le nostre guide su Arezzo!

Pubblicazioni su riviste indipendenti
Elenco di libri, guide, giornali o riviste indipendenti che hanno citato il nostro bed & breakfast.

telegraph-header Bed and Breakfast Antichemura, nel centro storico di Arezzo, vicino al Duomo.

Recensioni dai portali turistici
Una raccolta delle recensioni che lasciate spontaneamente dai nostri ospiti. Ogni recensione è verificabile online cliccando sul nome del portale.

Un posticino magico
Quando si ama il lavoro che si fa, il risultato è un posticino come questo, curato in ogni minimo dettaglio. Ideale la pozione- in pieno centro storico ad Arezzo. Possibilità di scaricare le valige davanti all’ingresso e di parcheggiare poi gratuitamente in un parcheggio poco distante. Tutta la struttura, dall’ ingresso, alla saletta colazione, alle camere, è arredata in modo particolare con un grande gusto. Camere piacevolmente calde- che dopo una giornata fuori d’inverno è davvero una coccola. Squisiti Barbara e il papà- gentilissimi, disponibili a dare informazioni su ristoranti e attrazioni, pieni d’amore per la loro casa. Grazie.

Balixxx, Tripadvisor

Strepitoso!!!
Non scrivo mai recensioni ma questa volta proprio non posso farne a meno! Abbiamo soggiornato una notte in questo meraviglioso B&B, tre adulti e 4 bambini. Accoglienza, disponibilità, cortesia, pulizia sono state di livello eccellente! La delicatezza e gentilezza dei proprietari unite alla cura e al buon gusto nei dettagli delle camere e degli spazi comuni fanno di questa storica dimora un posto incantevole!! Ottima pure la posizione e la possibilità di parcheggiare a due passi senza costi ulteriori! Veramente consigliato! Un applauso al sig. Giovanni e alla sua famiglia!

Tania C., Tripadvisor

Accoglienza fantastica e location molto comoda!
B&B a gestione famigliare e la passione con cui viene gestito si nota subito dal primo momento. Accoglienza, gentilezza dell’intera famiglia che ti fanno sentire come a casa.
Camere e ambiente molto curate e ricavate in un palazzo antico. Location molto comoda sia come possibilità di parcheggio sia per aver accesso al centro città!
Altamente consigliato per una visita ad Arezzo!

Lorenzo B, Tripadvisor

Accoglienza Cortesia e qualità
Atmosfera, cortesia e charme contraddistinguono questa piccola gradevolissima location ubicata tra le mura della storica Arezzo. Ciliegina sulla torta?! Giovanni e Barbara, carinissimi e di rara gentilezza. Tutto davvero ??? Nic.

Nicola R, Tripadvisor

Ci troviamo comodamente situati nella zona centrale di Arezzo, nel cuore del centro storico, abbracciati dalle antiche mura della città a pochi metri dal Duomo, ed immersi nel cuore medievale della città.

Il bed and breakfast Antichemura è all’interno di un palazzo del 1200, appartenuto alle antiche famiglie Nobili aretine. Giunto fino alla nostra famiglia, lo abbiamo trasformato nel comodo ed elegante Bed and Breakfast che è oggi, aprendolo a chi come te vuole visitare Arezzo. Storia e modernità si intrecciano nelle nostre camere da letto, garantendo la comodità di un ambiente moderno e curato. Se sceglierai di soggiornare da Antiche mura, vivrai l’emozione di respirare la magica atmosfera della storia e della bellezza tutta toscana.

Il Bed and Breakfast Antichemura è facilmente raggiungibile sia che tu venga a farci visita in auto, grazie al comodo Parcheggio Petri, direttamente collegato con delle scale mobili al Duomo e al Prato, sia che tu venga in treno, giungendo alla Stazione di Arezzo che si trova a pochissimi metri da Piazza Guido Monaco.

Cosa visitare nel centro storico di Arezzo in un week end?

Dal Bed and Breakfast Antichemura, potrai scoprire la Cattedrale di San Pietro e Donato (Duomo della città di Arezzo), struttura dall’ architettura gotica, posta sul colle della città, rappresenta sicuramente uno dei suoi simboli più riconoscibili. Visitandola, troverai il sepolcro di Papa Gregorio X, al quale si deve la definitiva costruzione della cattedrale, l’Arca di San Donato (una struttura in marmo finemente decorata, al cui interno è contenuto il corpo senza testa del Santo patrono di Arezzo) e la Maddalena di Piero della Francesca, (di cui potrai ammirare il ciclo di affreschi delle Storie della vera croce, nella Basilica di San Francesco). All’ interno del Duomo si trovano anche terrecotte di Andrea Della Robbia, poste a decorare la cappella dedicata alla Madonna del Conforto, un’immagine sacra che secondo la tradizione cattolica è stata il soggetto di un miracolo avvenuto nell’Arezzo del 1700.

Due passi fuori dal duomo ti porteranno al Prato, un verde manto erboso dalla forma ovale, circondato da alberi (tra i quali svetta l’alto campanile della Cattedrale), è oggi uno dei luoghi di ritrovo della vita aretina, nel quale vengono organizzati mercati folkloristici e festival musicali. Generazioni di aretini si sono sdraiate sul prato per combattere la calura estiva, è il luogo scelto dagli studenti per dare l’addio all’ anno scolastico e il benvenuto all’ estate, ma proprio lì, prima del 1300 si estendeva l’antica cittadella, poi rasa al suolo dai Medici per ristrutturare la Fortezza militare, ancora oggi visitabile nella sua ultima trasformazione, frutto di secoli di lotte e rivoluzioni per l’indipendenza cittadina.

Scendendo dal prato arriverai in Piazza Vasari (comunemente chiamata Piazza Grande), intitolata al grande Giorgio Vasari (la cui casa museo è di fianco alla piazza), pittore, architetto e tradizionalmente considerato l’inventore della storia dell’arte grazie al suo trattato le Vite de’ più eccellenti pittori […]. Ogni primo weekend del mese, la piazza (e tutto il centro storico) ospita la ormai storica Fiera Antiquaria, la più antica e la più grande fiera d’antiquariato d’Italia, che ti offrirà la possibilità di muoverti tra oggetti d’arte, mobili, gioielli e molti altri tipi di collezionismo di alta qualità.

Città di Arezzo: tra storia ed eventi da non perdere.

Inoltre, per due volte l’anno la Piazza ospita la Giostra del Saracino, una rievocazione medievale molto sentita e vissuta dalla città, durante la quale le strade e le piazze si colorano dei vessilli dei quartieri storici. Nel weekend dell’ultima settimana di giugno e della prima di settembre, i cavalieri dei quattro quartieri si sfidano dando battaglia al Buratto, simbolo dell’invasore moresco. Piazza Grande si trasforma nel teatro della lotta, una lizza di terra che dal Pozzo taglia in diagonale fino alle Logge del Vasari è percorsa dai Cavalieri che, lancia in resta, si scagliano a cavallo contro il nemico meccanico, cercando di colpire il centro del tabellone numerato. Solo un quartiere può risultare vincitore e portare a casa l’agognata Lancia d’Oro, opera d’arte lignea intagliata per ogni edizione, da oltre 40 anni, dal Maestro Francesco Conti, artigiano intagliatore.

Arte e la cultura medioevale e rinascimentale sono sparse ovunque per la città, ma non mancano anche strane curiosità, particolari che solo un occhio attento può individuare. Quando ti troverai in Piazza Grande prova ad alzare lo sguardo e a guardarti bene intorno, noti niente di strano? Tra gli antichi palazzi si ergono l’abside e il campanile della Pieve di Santa Maria Assunta (nella quale è conservata la testa di San Donato). Il campanile è detto ‘delle cento buche’, per via delle piccole finestre che ne riempiono quasi interamente la superficie, ma il piccolo dettaglio sul quale il tuo occhio deve fare attenzione è una delle colonnine dell’abside, che a differenza di tutte le altre, è deformata, contorta su se stessa tanto da sembrare quasi del tutto instabile, ma che invece ogni giorno, ormai da secoli, continua a lottare contro la forza di gravità.

Il centro storico di Arezzo: tra modernità, cinema e antichi mestieri, una realtà tutta da scoprire.

Il Bed and Breakfast Antichemura è la scelta ideale sia per chi vuole fare una rapida gita fuori porta, che per chi vuole vivere la città con più calma. Passeggiando tra le antiche stradine della città, potrai riconoscere i luoghi dove Roberto Benigni ha girato La vita è bella (buongiorno principessa!), film vincitore di tre premi Oscar. Scendendo da Piazza Grande, seguendo Corso Italia, il principale punto di riferimento per tutti gli aretini, giungerai in Piazza San Francesco, luogo di convergenza della vita notturna, nonché sede della Basilica di San Francesco, al cui interno danno bella mostra di sé i meravigliosi affreschi di Piero della Francesca. Inoltre, sopra l’altare è presente un crocifisso ligneo, dipinto da un artista minore, molto simile a quello del Maestro, decisamente più celebre, Cimabue, anch’esso conservato ad Arezzo, nella Chiesa di San Domenico. Scendendo ancora da Piazza San Francesco, ti troverai in piazza Guido Monaco, al centro della quale svetta la statua di Guido d’Arezzo (monaco), al quale si deve l’invenzione del sistema musicale delle note, per come le conosciamo noi oggi.

Arezzo è una citta nel cuore della Toscana, e l’arte non è solo un lascito del passato, è viva tutt’oggi. Hai mai voluto provare a metterti in gioco artisticamente, a vivere come si viveva in Toscana nel Medioevo o nel Rinascimento? I maestri delle moltissime botteghe artigiane del centro storico, intagliatori, lavoratori di terrecotte, atelier artistici, artigiani gioiellieri, mettono tutti a tua disposizione la loro grande esperienza per farti provare con mano ciò che più ti affascina. Ad Arezzo hai la possibilità di vivere l’esperienza di intagliare il legno, di dipingere affreschi, lavorare le terrecotte, creare gioielli (perché Arezzo è anche la ‘Città dell’oro’, una tradizione lunghissima e di grande importanza per la vita sociale ed economica), e molto altro ancora.

× Vuoi una risposta immediata? Clicca per scriverci su Whatsapp!