Il Parco Del Prato

Alle spalle della Cattedrale di Arezzo si trova il più antico parco della città: il parco del Prato.

La straordinarietà di questo parco sta nel fatto che da qualsiasi angolo lo si osservi, riesce a regalare quadri viventi di rara bellezza ricchi di torri, di campanili, di panorami unici e di tracce di storia imperdibili come i suoi alberi, immutate forme del silenzio.

Con la sua collocazione nelll’alto centro storico, la dolcezza del suo skyline, la Fortezza Medicea che lo sovrasta e da cui ha accesso, è senz’altro uno dei luoghi più suggestivi da visitare ed offre ai clienti del nostro Bed & Breakfast momenti di stupendo relax.

Reso giardino pubblico già nell’Ottocento, come testimoniano gli alberi secolari tra cui il curioso pino “caduto” ai piedi dell’ingresso alla Fortezza, viene ancora oggi apprezzato dai turisti e dalgli stessi aretini che lo scelgono sovente quale sede di eventi e spettacoli.

In particole durante il primo week end di Settembre, quando la Giostra del Saracino prende in prestito Piazza Vasari, il Prato fa da cornice alla mensile Fiera Antiquaria. Passeggiare fra i banchini colmi di passato, all’ombra delle folte chiome , cullati dal suono lontano di tamburi, ha il sapore magico del tempo sospeso.

Raggiungendo il Prato dalle scale del Duomo, l’attenzione è colta dalla statua dedicata dallo sculture Alessandro Lazzerini nel 1928 a Francesco Petrarca (che ricordiamo essere nato proprio ad Arezzo nel 1304). Questa è un’imponente opera avvolta dal verde che nasconde la piccola salita che porta ai citati resti medicei.