Come ormai da diciassette edizioni , anche quest’anno gli abitanti dell’affascinante borgo di Anghiari in provincia di Arezzo vestiranno
il duplice ruolo di attori ed intrattenitori dell’arte e della cucina.

Dal 10 al 19 agosto torna infatti la ormai famosa “Tovaglia a Quadri” manifestazione vera e propria che
coinvolge un numero sempre maggiore di persone per l’originalità dell’idea e per l’ottimo cibo proposto!
La suggestiva cornice di Anghiari raccoglie il plauso di numerosissimi spettatori grazie proprio agli abitanti stessi
che dilettano i presenti con una storia narrata e recitata che fa da sfondo e da intervallo tra le portate toscane
apprezzate da tutti; i racconti della memoria si mescolano alle ricette più antiche creando un momento
imperdibile non solo per i turisti di passaggio.

 

Andrea Merendelli e Paolo Pennacchini gli autori dello spettacolo, mescolano con sapiente alchimia le storie del
passato,le passioni di noti e non noti, la musica di stormelli toscani, tanto da creare un vero e proprio teatro
che proprio per la sua memoria storica trasmette genuinità di sentimenti e la semplicità tipica delle storie
passate. 

Sarà stufa” ecco il simpatico titolo della performance che narra la vicenda di colui che nel tentativo di riparare
una vecchia stufa nascosta ormai da cinquanta anni riflette sull’oggetto abbandonato e sulla sua sorte di
elemento indispensabile in mpmenti di miseria che poi viene accantonato con l’arricchimento e con il passare
del tempo.

Il fabbro intento al lavoro non può fare a meno di pensare che potrebbe di nuovo diventare necessaria ed
attraverso i suoi pensieri si arriva ad oltrepassare i confini delle epoche per tirare le fila degli elementi comuni
ad ognuna di esse, per riflettere sulle crisi economiche di piccolo borghi o di grandi nazioni, sui consumi
eccessivi, sui mestieri dismessi, sul futuro di speranze e di illusioni.

Perprenotare rivolgersi all’Ufficio turistico di Anghiari (0575.749279)