arezzo fieraLa Fiera Antiquaria di Arezzo, che ogni mese rallegra il centro storico e le piazze della nostra bella città, è un appuntamento imperdibile non solo per i turisti di passaggio ma anche per gli stessi aretini innamorati da sempre dell’allure e della bellezza che questo evento suggestivo riesce a trasmettere in ogni stagione.

Sole o pioggia che sia, infatti, ogni edizione della fiera emana un proprio fascino e difficilmente potremmo preferirne l’uno all’altra; in particolare a Settembre quando si svolge anche la Giostra del Saracino l’atmosfera diventa ancora più invitante e la sensazione di vivere in un tempo passato quasi reale.

La Fiera dell’Antiquariato di Arezzo che oggi richiama un numero sempre maggiore di visitatori e di turisti e la cui fama si arricchisce di anno in anno grazie all’assoluto pregio dei prodotti esposti, nasce nel lontano 1968 quando già nel nostro “Bel Paese “esistevano forme di commercializzazione di oggetti usati un pò ovunque; grazie alla volontà di un appassionato antiquario aretino, Ivan Bruschi, che riuscì a coinvolgere tanti collezionisti con il suo progetto ed il suo entusiasmo, ispirato tra l’altro dal famoso Portobello di Londra, si riuscì a creare appunto una mostra dell’Antiquariato che sarebbe diventata di lì a poco l’evento di pregio di oggi.

Infatti nel resto d’Italia esistevano mercati più o meno estesi che si ripetevano con cadenze periodiche all’aperto o all’interno di edifici storici, come a Roma o a Firenze, ma non si trattava di un evento vero e proprio organizzato; ecco perché assumendo tale caratteristica, la Fiera Antiquaria di Arezzo può essere considerata meritevolmente la promonitrice di tale genere e per questo conosciuta in tutta Europa.

Fu così che il 2 giugno 1968, grazie all’appoggio dell’Amministrazione Comunale, si svolse la prima edizione della Fiera Antiquaria con centosessanta espositori e tale fu il successo che dal 1972 fu integrato anche il sabato precedente divenendo la due giorni di adesso.

Il contesto della magnifica Piazza Grande e delle strade del nostro centro storico, la professionalità e la profonda conoscenza del suo ideatore e dei suoi collaboratori hanno portato a realizzare una manifetazione di grande impatto estetico di cui siamo orgogliosi e che ha saputo nel tempo conservare la spinta delle sue origini divenendo sempre più ricca di valore.