Il giorno fatidico sarà il 25 aprile quando, la nostra famosa fiera antiquaria, fiore all’occhiello della nostra città che si svolge mensilmente, vedrà appunto una edizione straordinaria concomitante con la festa nazionale e col ponte che si protrarrà fino al 1 maggio.

Soppresso l’appuntamento di febbraio per maltempo, l’assessore Michele Colangelo ha proposto che venisse comunque recuperata la manifestazione durante l’anno e la scelta è appunto caduta su un giorno particolare. Naturalmente grande impegno divulgativo per questo evento apprezzato anche dagli stessi aretini rimasti un po’ amareggiati (anche se era davvero inevitabile per la neve) dal mancato appuntamento invernale.

La fiera antiquaria infatti non smette di interessare non solo i visitatori ma anche gli stessi cittadini, lieti di poterne usufruire anche in un momento non usuale e magari allietato da una stagione mite e soleggiata. Per gli espositori affezionati un’occasione importante per recuperare anche da un punto di vista economico la perdita di febbraio.

Da segnalare inotre che da domenica 4 marzo scorso, in Piazza della Libertà è presente una a rassegna molto interessante voluta dall’ associazione Ivan Bruschi e supportata dall’ Associazione Guide “Art and Nature in Tuscany” di Arezzo, “Alla scoperta dell’Arezzo Antiquaria”. Per tutto il 2012 sarà proposto ogni prima domenica del mese questo percorso guidato che dalla Cattedrale poterà alla Biblioteca Comunale, a Piazza Grande, alla Pieve di S.Maria per finire alla Casa Museo di Ivan Bruschi dove verrà offerto un aperitivo. Questa full immersion nelle bellezze del tempo passato, potrà infine arricchirsi con la visita della Galleria del famoso fondatore della fiera antiquaria di Arezzo.

Il bed and breakfast “Antiche Mura” suggerisce a turisti e non, di assaporare questa bella iniziativa piena di fascino.